Benvenuti nel sito dello Studio Bertassi Giovanni

Covid19: pagamento in circolarità delle prestazioni pensionistiche e non pensionistiche


Al fine di contenere il rischio epidemiologico da COVID19 e disciplinare gli accessi del pubblico agli uffici postali, con Ordinanza del Capo del Dipartimento della Protezione civile n. 652 del 19 marzo 2020 è stato disposto l’anticolo del pagamento delle prestazioni pensionistiche da parte di Poste Italiane S.p.A. (Messaggio Inps n. 1364/2020).


In particolare, il pagamento in questione è anticipato a decorrere:
– dal 26 al 31 marzo 2020 per la mensilità di aprile 2020;
– dal 27 al 30 aprile 2020 per la mensilità di maggio 2020;
– dal 26 al 30 maggio 2020 per la mensilità di giugno 2020.


Considerato che in seguito all’emergenza sanitaria in corso, alcuni uffici postali della propria rete territoriale resteranno chiusi e/o non operativi, al fine di garantire comunque la continuità dei pagamenti delle prestazioni previdenziali ed assistenziali, ivi incluse le prestazioni a sostegno del reddito, erogate nei confronti dei soggetti che hanno mantenuto l’opzione per la riscossione in contanti presso lo sportello postale, l’Istituto ha autorizzato, in via eccezionale e transitoria, Poste Italiane S.p.A. ad effettuare il pagamento delle predette prestazioni in circolarità su tutto il territorio nazionale.
Pertanto, le somme spettanti potranno essere riscosse anche in uffici postali diversi da quelli in cui è ordinariamente effettuato il pagamento della prestazione, purché muniti dei seguenti documenti:
– documento di identità;
– documento attestante il codice fiscale.


L’autorizzazione del pagamento in circolarità è da ritenere valida fino al ripristino della completa funzionalità degli uffici postali e comunque fino alla cessazione dell’emergenza sanitaria come disciplinata dalle ordinanze governative, al termine della quale saranno ripristinate le ordinarie procedure.
In merito alla turnazione alfabetica prevista dal calendario di pagamento delle pensioni dei mesi di aprile, maggio e giugno e all’operatività dei singoli uffici postali, si rinvia ai comunicati e alle informazioni fornite da Poste Italiane S.p.A. sul sito www.poste.it.

Accordo per la cassa integrazione in deroga in Friuli Venezia Giulia

Sottoscritta l’Intesa relativa alla concessione della cassa integrazione guadagni in deroga per la Regione Friuli Venezia Giulia a fronte dell'emergenza epidemiologica da COVID-19. Sono previsti per i datori di lavoro del settore privato, ivi … [Continue reading]

COVID-19: Regione Umbria – Accordo quadro per la Cig in deroga

  Il 25/3/2020, la Regione Umbria con Deliberazione della Giunta n. 212, delibera di far proprio l’Accordo quadro per l’accesso alla cassa integrazione in deroga ai sensi dell’art. 22 del D.L. n. 18/2020, raggiunto con il partenariato … [Continue reading]

Pronto il nuovo modello IVA TR

Approvato il nuovo modello IVA TR che sostituisce quello precedente disciplinandone la reperibilità, le caratteristiche tecniche e grafiche per la stampa e le specifiche tecniche necessarie per l’invio dei dati contenuti nelle suddette istanze. … [Continue reading]

Sottoscritto l’accordo per gli ammortizzatori sociali in deroga in Sardegna

27  MAR 2020 Firmato l’accordo sulle modalità applicative in Sardegna degli ammortizzatori sociali in deroga per affrontare l’emergenza sanitaria, economica e sociale causata dall’epidemia da Coronavirus Covid-19, La Cassa integrazione … [Continue reading]