Benvenuti nel sito dello Studio Bertassi Giovanni

Nessuna detrazione per le spese di frequenza di una scuola di danza estera


Forniti chiarimenti sul trattamento fiscale applicabile alle spese per la frequenza all’estero di una scuola professionale privata di danza (Agenzia entrate – risposta 12 febbraio 2020, n. 53).

Le spese di istruzione sostenute all’estero, pertanto, non sono agevolabili. Sono invece detraibili, anche se sostenute all’estero, le spese relative alla frequenza di corsi di istruzione universitaria, secondo cui è possibile detrarre dall’imposta lorda un importo pari al 19 per cento delle spese per la frequenza di corsi di istruzione universitaria presso “università statali e non statali”.
Pertanto non sono detraibili le spese che sostiene il contribuente per il figlio all’estero che frequenta una scuola professionale privata di danza. Non sono detraibili neanche le spese sostenute per l’alloggio.