Benvenuti nel sito dello Studio Bertassi Giovanni

IVA sui servizi relativi all’accesso ad attività culturali e artistiche


Chiarimenti sul trattamento fiscale ai fini IVA delle prestazioni di servizi relativi all’accesso ad attività culturali e artistiche (Agenzia delle Entrate – Risposta 19 febbraio 2020, n. 62).

Nel caso di specie, la società istante chiede di conoscere quale sia il trattamento fiscale ai fini IVA delle quote di partecipazione ad una manifestazione che organizzerà in Italia per un premio artistico al quale parteciperanno diversi artisti da tutto il mondo, sia privati che soggetti passivi IVA, tenuto conto che al momento del pagamento delle stesse non si potrà conoscere l’effettiva partecipazione o meno del soggetto alla mostra espositiva, in quanto la stessa sarà valutata da una giuria. Chiede, inoltre, se si renda necessario suddividere la quota di partecipazione in due parti, considerato che al suo interno contiene un servizio di commercio elettronico (indiretto).
L’Agenzia delle Entrate chiarisce che la quota di partecipazione in misura fissa versata dagli artisti per accedere alla competizione è un servizio unico e, pertanto, non risulta necessario distinguere il servizio accessorio di iscrizione al portale.
Il corrispettivo unitario è, perciò, pagato dall’artista per partecipare al concorso per l’assegnazione del premio, essendo il servizio di iscrizione al portale di natura accessoria.
Ritiene, quindi, che la prestazione principale, ossia la partecipazione al concorso artistico, rientri tra le prestazioni di servizi relativi all’accesso ad attività culturali e artistiche (nel caso di specie, in primo luogo, diritto di partecipare alla manifestazione artistica mediante la selezione da parte della giuria artistica e, in secondo luogo, eventuale diritto alla partecipazione alla mostra espositiva), ai fini IVA territorialmente rilevanti in Italia se ivi effettuate, sia se rese a committenti soggetti passivi sia se rese a committenti non soggetti passivi.
Le prestazioni rese dall’Istante relative al portale assumono natura accessoria e come tali seguono il trattamento IVA dell’operazione principale.