Benvenuti nel sito dello Studio Bertassi Giovanni

INPS: verifica dei requisiti per il pagamento delle prestazioni


Si forniscono alcune precisazioni in ordine alle modalità di liquidazione delle prestazioni economiche per invalidità civile, cecità civile, sordità civile e indennità di accompagnamento.


I requisiti amministrativi la cui carenza deve essere eccepita nella fase dell’accertamento tecnico preventivo sono i seguenti: mancata presentazione della domanda amministrativa; decadenza dell’azione giudiziaria; mancanza del requisito dell’età all’atto della domanda amministrativa o all’atto dell’insorgenza dello stato invalidante dichiarato dal giudice; difetto del requisito reddituale o del requisito del mancato svolgimento di attività lavorativa, se già conosciuti dal funzionario. Il funzionario difensore dell’Inps è chiamato a sollevare le diverse eccezioni (che integrano la mancanza dell’interesse ad agire o altre cause di inammissibilità ovvero improcedibilità del ricorso) nella memoria di costituzione in fase di ATPO, eccezioni che dovranno essere ribadite in udienza. Laddove però, nonostante le eccezioni ritualmente formulate, il giudice disponga ugualmente la CTU medico legale, il funzionario, nel caso in cui la CTU sia sfavorevole all’Istituto, dovrà depositare in cancelleria formale dissenso. Ciò in ragione dell’acclarato principio secondo il quale la manifestazione di dissenso è esercitabile sia per motivi sanitari che per motivi extra sanitari e di quello per cui è soltanto la proposizione del dissenso che impedisce che la CTU sia omologata dal giudice.
L’Inps, quindi, raccomanda di esprimere il necessario dissenso avverso la relazione del consulente tecnico d’ufficio sfavorevole all’Istituto medesimo nel caso in cui il giudice, nonostante l’eccezione sollevata da parte del funzionario Inps, abbia comunque dato corso alla perizia.
I funzionari preposti alla liquidazione della prestazione a seguito di decreto di omologa, verificheranno la presenza dei requisiti amministrativi. Pur in presenza del presupposto sanitario, non si procederà alla liquidazione della prestazione economica nell’ipotesi in cui non sia stata presentata la domanda amministrativa oppure laddove manchino gli altri requisiti di legge, sopra elencati, con riferimento ai quali deve essere presentata eccezione nel giudizio per ATPO, nonché il successivo dissenso.